Come scegliere la vostra wedding planner?

Ma, soprattutto, come scegliere quella giusta per le vostre esigenze?

Certo, se si utilizza, come metodo di scelta, la notorietà, è già una valida discriminante, ma questo è sufficiente per stabilire se è la wedding planner giusta, quella che fa per voi? A mio giudizio, i parametri di scelta, dovrebbero essere altri; innanzi tutto, è essenziale avere le idee chiare e sapere che tipo di matrimonio si desidera.

In questo modo, sarà già delineato un criterio fondamentale, per una ricerca mirata e proficua, in un mondo di wedding planner.

A tale scopo, di grande aiuto risultano i siti e le pagine sui vari social, solo nel caso in cui, se ne sappia fare il giusto uso, in quanto costituiscono una valida ed esaustiva presentazione di ciò che si è. Ad esempio, prendendo in considerazione il mio sito, ciò che si nota subito, è l’assenza di foto di matrimoni passati, addobbi delle location, etc…

 

 

Aldilà, di essere una scelta puramente tecnica, vorrei prendere sputo da questo e dirvi, care future spose, prestare più attenzione a ciò che vedete in un sito, andate oltre la pura e mera curiosità. Osservate con gli occhi e decidete con il cuore, perché è li che avrete le risposte.

Un sito web ed i vari social,  se fatti bene, rappresentano i più espliciti e chiari biglietti da visita, a vostra disposizione.

Se anche avessi già pubblicato, le foto in oggetto, certo avrebbero arricchito il sito visivamente, ma cosa avrebbero potuto dire, in più di me? Il tipo di matrimonio di cui mi occupo? Certamente no, è scritto già nel mio logo! Sulla mia professionalità o quanto possa essere valida, come wedding planner?

Queste foto, vi diranno sicuramente tanto, ma sui gusti degli sposi che vi hanno preceduto e sulla bravura del flower designer di fiducia, ma non saprete mai, quanto di me state guardando e valutando. Purtroppo non sono queste le caratteristiche essenziali, che delineano e differenziano un wedding planner. Se, invece, ci si sofferma sulle altre foto, queste vi diranno tantissimo sui miei gusti, la mia fantasia, estro e stile, ma anche sul mio modo d’essere.

Questi sono fra i parametri fondamentali, da valutare; si deve poter riconoscere una comunione di idee, di gusto, la stessa attenzione per i particolari, lo stesso concetto di bello ed eleganza, l’amore per tutto ciò che è romantico e fiabesco.

Le foto inerenti la mia terra, denotano un legame profondo con essa e con le tradizioni, tramandate nel tempo, il rispetto per i sentimenti ed il senso di orgoglio, così radicati.

Sentimenti e caratteristiche proprie di molte persone, indipendentemente dalla nazione d’origine. Sono qualità, attraverso le quali si crea un’empatia ed un feeling essenziali, quando si vuole una persona che ci capisca e faccia sue, le nostre esigenze.

Questi, per me sono gli elementi fondamentali, in un’analisi accurata della persona e del suo essere. Per me, essere una brava wedding planner, non è solo creare, avere fantasia, gusto e saper pianificare, per me, la vera discriminante e ciò che costituisce la differenza, è essere tutto questo e molto di più.

Saper anche ascoltare chi si rivolge a noi, capirne le esigenze, desideri e stati d’animo, essere presenti e disponibili, pazienti e sensibili, sono qualità che assieme a quelle professionali, faranno la differenza nella riuscita di un evento.

Talvolta, mi è capitato di leggere articoli, su come scegliere una wedding planner, nei quali venivano elencati vari punti da seguire, come se fosse una scaletta di priorità. Tutti i punti successivi, a quanto ho scritto, come il colloquio personale, sono per me la giusta conseguenza di una scelta, già decisa e non i motivi determinanti della stessa.

Così come il metodo di lavoro o la personalità della wedding planner prescelta, lo si apprende subito, con un’attenta visione del sito e delle pagine sui social. La chiave di tutto, è racchiusa in un solo pensiero, bisogna saper dare il giusto valore a se stesse ed al proprio lavoro.

Care future spose, quando riconoscerete tutte queste caratteristiche, sappiate che avrete trovato un wedding planner che fa per voi.

Sabina Lubelli

Condividi l'articolo